psicologo, psicoterapeuta, pagine psicologi

Dott:

Lorenzo Poggi

psicologo psicoterapeuta
Riceve: Via Ugo Lenzi, 2 -  40122 Bologna
Tel: 3479159628
Mail: scrivimi una mail
Sito Web: http://www.lorenzopoggi.com

Chi sono:

Dopo la  Maturità Scientifica presso il Liceo Augusto Righi di Bologna mi sono laureato in Psicologia presso l'Università degli Studi di Bologna con un percorso didattico particolarmente attento agli aspetti scientifici e di ricerca delle discipline psicologiche.
Ho svolto il Tirocinio Post-Lauream presso il Centro di Clinica Psicoanalitica per i Nuovi Sintomi Jonas a Bologna e presso il Servizio Psicologico del Reparto Trapianti dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna e dopo l'Esame Statale di Abilitazione alla Professione mi sono iscritto all’Albo degli Psicologi/Psicoterapeuti dell’Emilia-Romagna (n. 4897).
Mi sono diplomato in Psicoterapia presso l’Istituto di Formazione della S.I.P.P.(Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica) con sede a Milano, con una formazione specialistica quadriennale comprensiva di seminari, supervisioni e un'approfondita analisi personale.
Attualmente sono iscritto al percorso di formazione della S.P.I. (Società Psicoanalitica Italiana).
Ho svolto un tirocinio decennale nei Servizi Psichiatrici Territoriali, al Dipartimento di Salute Mentale dell’A.U.S.L. di Bologna presso l’Unità di Psicoterapia del Centro di Salute Mentale “Scalo” e all’interno del progetto interdipartimentale “Esordi Psicotici” per la prevenzione e gestione della patologia psichiatrica in età giovanile.
Lavoro come libero professionista nel mio studio privato a Bologna.
Sono membro dell'Equipe di CAMPO BASE PSICOLOGIA, un gruppo di psicoterapeuti che si occupa di cura del disagio giovanile e di formazione sull'uso e abuso dei nuovi media.
Collaboro con un'azienda privata che offre assistenza sanitaria e supporto psicologico alle persone affette da patologie croniche e ai loro familiari.
Presto infine servizio presso l'Equipe di Psicologia Transculturale di SOKOS, un'associazione di volontariato che offre assistenza sanitaria e psicologica gratuita agli emarginati.


Di cosa mi occupo:

CONSULTAZIONI
Per capire se c'è un problema, di cosa si tratta e cosa si può fare. Si tratta di una serie di colloqui, in genere due o tre, per conoscersi, per capire se esiste la necessità di un aiuto e per definire insieme quale potrebbe essere l’obiettivo di un eventuale percorso. In questo caso la consultazione è anche l’occasione in cui ci si accorda sulla frequenza, sui giorni e sugli orari.

SUPPORTO PSICOLOGICO
Per avere un sostegno in un momento difficile. A volte è prezioso poter condividere la fatica di un momento critico con qualcuno che sia in grado di accogliere, sopportare e capire, con qualcuno che offra un ascolto qualificato e disinteressato e che possa aiutare a riconoscere e proteggere le proprie priorità.

PSICOTERAPIE
Per cambiare qualcosa di sé. A volte si ha la sensazione di ritrovarsi sempre nelle stesse situazioni, di fare sempre gli stessi errori, di fare fatica ad imparare dal proprio passato. In questi casi può capitare di chiedersi se c’è una propria responsabilità, oppure di riconoscerla, ma di non riuscire ad andare oltre a questa considerazione.
La psicoterapia può quindi aiutare a capire meglio cosa impedisce la possibilità di cambiare e a superare questi ostacoli. Allo stesso modo può essere d’aiuto in quelle situazioni in cui non si riesce a ritrovare il senso di quello che si sta facendo perché ci si sente vuoti o confusi.

PSICOANALISI
Per acquisire una profonda consapevolezza di se stessi. Attraverso l'ascolto autentico dei propri pensieri espressi liberamente, sotto la guida di un professionista che ne abbia fatto a sua volta esperienza, è possibile riconoscere le proprie ragioni profonde, sviluppare la possibilità di non esserne inconsapevolmente guidati e promuovere la capacità di orientare la propria vita.

PSICOTERAPIE PER ADOLESCENTI E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ
L'adolescenza è un periodo della vita di grande cambiamento. Quello che era fino a quel momento un bambino si ritrova rapidamente ad essere un giovane uomo o una giovane donna fisicamente e psicologicamente. Questo lo costringe ad una faticosa integrazione tra ciò che è stato e che i genitori gli hanno insegnato e chiesto e quello che vuole e potrà essere.
È facile che in questa situazione un ragazzo possa sentirsi confuso, spaventato, arrabbiato e possa esprimere questo disagio in famiglia protestando e dando origine a tensioni e conflitti, oppure isolandosi impedendo la comunicazione e la possibilità di un confronto.
Può essere quindi molto utile in questo caso aiutare il ragazzo a chiarire ed affrontare le conflittualità del proprio percorso di crescita o sostenere i genitori nell’accompagnare il figlio attraverso questo momento delicato.


Psicologi Nuovi Iscritti

psicologo psicoterapeuta
PE
psicologa psicoterapeuta
Sardegna
psicologo
Veneto
psicologia, psicoterapia, psichiatria, attacchi di panico, fobie, disturbi umore
 BURNOUT: Uno sguardo al fenomeno Il burnout è generalmente definito come una sindrome di esaurimento emotivo, di depersonalizzazione e derealizzazione personale, che può...
pagine psicologi elenco psicoterapeuti
G. era una ragazza di 24 anni obesa. Venne da me per un problema di autostima. Lavorava come commessa in un supermercato. Dopo le superiori decise di  interrompere gli studi, anche perch...

Studio di Psicologia

contatti

psicologo milano pagine psicologi elenco psicologi pagine psicologi google+